Eventi - Europe Direct Puglia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi


Ideologie politiche in Italia e Austria nel Ventesimo secolo 
Bari, 3 - 4 maggio 2017 

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e lo Europe Direct Puglia, in collaborazione e con il sostegno del Forum Austriaco di Cultura di Roma e dell'Istituto Storico Austriaco di Roma, organizzano un convegno internazionale dal titolo Ideologie politiche in Italia e in Austria nel ventesimo secolo.
Obiettivo del convegno, al quale prendono parte studiosi provenienti da diversi atenei italiani e austriaci, consiste nell’analizzare momenti e problemi delle relazioni tra l’Italia e l'Austria dalla dissoluzione dell'Impero asburgico al secondo dopoguerra.
Dopo la fine del secondo conflitto mondiale, le relazioni italo-austriache hanno vissuto una fase di antagonismo, che ebbe ripercussioni non soltanto sulle relazioni bilaterali tra Italia e Austria, ma anche sulla stabilità sociale dell'Alto Adige, scosso, negli anni Sessanta, da attentati terroristici di matrice ultranazionalista, fase che si concluse soltanto nei primi anni Novanta del Novecento.
Da allora l'Alto Adige è visto come un esempio positivo di pacifica convivenza tra popolazioni di lingua e cultura diverse.
Il convegno intende indagare sui principali nodi che hanno caratterizzato le relazioni italo-austriache nel Novecento, soffermandosi anche sui principali attori politici a Roma e a Vienna, da Benito Mussolini, Francesco Salata e Alcide De Gasperi per parte italiana, a Engelbert Dolfuss, Franz Marek e Bruno Kreisky per parte austriaca. Verrà analizzato anche il percorso politico e diplomatico che ha portato l’Austria ad aderire all’Unione europea e l’atteggiamento tenuto a tale riguardo dal governo di Roma e dai partiti italiani.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il lavoro. Utopie e rivoluzioni nell'era del web 
Conversano, 1 aprile - 5 maggio 2017 

Per molto tempo l'uomo ha coltivato un sogno, o meglio, un'utopia: liberarsi dal lavoro. Oggi corriamo il paradosso che avvenga il contrario, e cioè che sia il lavoro a liberarsi dell'uomo. Fine dell'utopia. Ci troviamo davanti ad uno scenario inedito e non solo in Europa.
La quarta rivoluzione, quella segnata dall'avvento dell'era del web, sta producendo una joblessgrowth ovvero uno sviluppo economico non accompagnato dalla creazione di nuovi posti di lavoro, che al contrario sono erosi proprio dall'innovazione tecnologica e dai processi di automazione.
La produttività del lavoro aumenta mentre l’occupazione diminuisce; i bisogni diventano più articolati e complessi mentre i salari scendono; sfumano sempre più i confini tra lavoro dipendente e lavoro autonomo, lavoro e tempo libero, luogo di lavoro e spazio privato.
C’è un rapporto diretto, un filo rosso che lega l’evoluzione tecnologica con l’aumento delle disuguaglianze. E c’è un rapporto diretto tra tecnologia e occupazione in quanto il primo impatto di ogni passaggio è la sostituzione di sempre più numerose attività umane con le macchine. Se l'avvento della meccanica ha sollevato l'uomo dai lavori più faticosi, l’informatica, nella sua prima fase, ha sostituito i lavori concettuali. Molto presto l’intelligenza artificiale sostituirà anche lavori di altra natura, dal guidare le auto e gli aerei allo scrivere articoli di giornale, fino a compiere operazioni chirurgiche.
Così, mentre si moltiplicheranno queste nuove forme di lavoro l’esperienza dei lavoratori sarà, invece, sempre più fluida, instabile, eterea, impalpabile.
Tutto questo ci deve far riflettere, a cominciare dalle questioni di tipo economico, nel momento in cui nella distribuzione della ricchezza prodotta la quota che va al capitale è sempre più crescente rispetto a quella che dovrebbe andare a remunerare il lavoro, per continuare con quelle di carattere sociale: le dinamiche d’inclusione e i percorsi di formazione, il rapporto tra l’uomo e la macchina, le domande di tutela, le forme di rappresentanza.
È possibile pensare il futuro oltre la disoccupazione tecnologica? Forse per conciliare l'era iperconnessa del web con la prosperità economica, lo sviluppo tecnologico con la diminuzione delle diseguaglianze, occorre proprio una rivoluzione.
Etica e politica, prima che economica.
 
sabato 1 aprile  - ore 16,00
Il lavoro, l'impresa e l'immaginario popolare, tra cinema, tv e letteratura
 
venerdì 7 aprile  - ore 16,00
Dal Cipputi all'Industria 4.0
 
venerdì 21 aprile  - ore 16,00
L'Europa del mercato unico. Visioni e prospettive
 
venerdì 28 aprile - ore 16,00
L'impresa italiana, "nanismo" e rivoluzioni industriali. La fatica del cambiamento
 
venerdì 5 maggio  - ore 16,00
Lavorare stanca?



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ruolo e competenze delle PPAA nella gestione dei fondi europei relativi alla programmazione 2014-2020
Bari, 12 aprile 2017 

In occasione dell’inizio del corso universitario di formazione “eU-maps: il modello integrato di Euro-progettazione e project management, per progettare, gestire e rendicontare i fondi europei”, organizzato nell'ambito dell'iniziativa "Valore PA", l’Università di Roma Tor Vergata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche di Bari, lo Europe Direct Puglia e lo IUSEFOR di Torino hanno organizzato una tavola rotonda per parlare delle molteplici e complesse sfide poste dalla nuova strategia europea “Europa 2020” per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.
In particolare, la Tavola rotonda inaugura un percorso formativo finalizzato al potenziamento della capacity building delle PPAA nell’utilizzo, in modo efficiente ed efficace, delle risorse finanziarie messe a disposizione dall’UE con il nuovo ciclo di programmazione dei fondi europei 2014-2020.
Sappiamo che il bilancio dell’UE può rappresentare un’importante fonte di risorse finanziarie aggiuntive per la PPAA, ma solo attraverso un approccio integrato e sinergico, sia in termini di progettazione che di gestione e valorizzazione degli interventi, le pubbliche amministrazioni saranno in grado di definire e raggiungere obiettivi sfidanti in termini di valore ed impatto generato dagli interventi finanziati, così come previsto dagli orientamenti e dalle priorità strategiche europee.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Valori europei e identità nazionali a confronto: il difficile cammino dell'Unione europea
Bari, 28 marzo 2017 

Per favorire il rilancio dell'ideale europeo ed il dibattito sul processo di integrazione europea, alla luce del Libro Bianco pubblicato dalla Commissione Junker, lo Europe Direct Puglia ed il Dipartimento di Scienze Politiche di Bari hanno organizzato un seminario sul tema, che si inserisce nelle celebrazioni per i 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma.
Siete tutti invitati a partecipare ed ad esprimere il vostro contributo sul futuro del progetto europeo.
Per approfondire la questione sul futuro dell'Europa: https://ec.europa.eu/italy/news/20170301_libro_bianco_juncker_it   


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Programma Erasmus plus - Erasmus Day 2017
Bari, 17 marzo 2017 

Venerdì 17 marzo si terrà un incontro aperto a tutti gli studenti incoming, agli studenti e ai dottorandi del Dipartimento di Scienze Politiche che desiderino avere informazioni e partecipare al programma di mobilità studentesca.
La delegata di Dipartimento, prof.ssa Valeria DI COMITE, illustrerà gli aspetti salienti del bando per la mobilità studentesca 2017-2018.
La tutor Feliciana MARMOREO illustrerà il programma Erasmus+ Traineeship a.a. 2016/2017.
La sig.ra Mariantonietta DE CESARE illustrerà il sito Erasmus del Dipartimento di Scienze Politiche e la mappa interattiva.
Si forniranno informazioni sulle sedi straniere facendole conoscere anche attraverso la voce degli studenti incoming provenienti da Università partner e degli studenti del Dipartimento di Scienze Politiche che hanno già fatto questa esperienza.
Gli studenti incoming e gli studenti interessati a partecipare al bando avranno in questa occasione la possibilità di conoscersi.
L'incontro avrà inizio alle ore 11.00 nell’aula Vincenzo Starace, piazza C. Battisti 1, Palazzo Del Prete, secondo piano.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ONU e diritti umani 2017
Bari, 15 marzo 2017 

Comincia il 15 marzo prossimo la rassegna cinematografica proposta dall’Università di Bari, lo Europe Direct Puglia, Apulia Film Commission, il Centro Regionale di Informazione della Nazioni Unite e l’Ordine dei Giornalisti di Puglia.
Questo primo appuntamento sarà dedicato al principio di non refoulement, con la proiezione del documentario Fuocoammare.
Le prossime proiezioni si terranno secondo il seguente calendario:
20 aprile 2017 ore 9.30, il diritto delle vittime alla verità: La verità sta in cielo;
5 maggio 2017 ore 9.30, il conflitto in Siria: Ombre dal fondo.
11 maggio 2017 ore 9.30, il caso Snowden e Privacy: Citizenfour.
L’ingresso è libero e gratuito.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Cooperazione allo sviluppo e aiuti alla popolazione: la prospettiva delle donne 
Bari, 8 marzo 2017 

Lo Europe Direct Puglia ed il Dipartimento di Scienze Politiche di Bari insieme all’Associazione Zonta Internazional hanno organizzato per la giornata dell’8 marzo un seminario dedicato a trasmettere modelli femminili positivi per le nuove generazioni.
Il gender gap, che  impedisce alle professioniste di assumere ruoli apicali, inizia all’università, dove nelle materie STEM (Science, Technoloy, Engeneering and Mathematics) le  donne sono un terzo rispetto agli uomini e solo il 5% degli ingegneri è donna, ma lo troviamo anche per esempio nei mezzi di comunicazione o anche nella psicologia, dove l’82% delle psicologhe è donna, ma i docenti ordinari nelle facoltà di psicologia sono uomini.
Al seminario parteciperanno donne che hanno svolto e/o svolgono tuttora un ruolo attivo in Paesi e ambiti difficili quali quelli della cooperazione allo sviluppo e degli aiuti umanitari alla popolazione.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Human rights protection within the EU Legal order
Bari, 6 marzo 2017 

La protezione dei diritti fondamentali in Europa è garantita, a livello nazionale, dalla costituzione di ciascun paese e, a livello di Unione europea, dalla Carta dei diritti fondamentali, proclamata a Nizza nel 2000 e  dal 2009vincolante per i Paesi dell'UE.
Le istituzioni europee, e soprattutto la Corte di Giustizia, svolgono un ruolo fondamentale nella tutela dei diritti.
L'Unione europea si è assunta da tempo l'impegno di promuovere e tutelare i diritti umani, la dignità, la libertà, l’uguaglianza, la democrazia e lo Stato di diritto anche nelle relazioni con altri paesi e regioni del mondo. 
Si tratta, infatti, di valori saldamente ancorati nei trattati dell'UE e ribaditi con forza e chiarezza nella Carta.
Durante il seminario ne parleremo con la Prof.ssa Amelia Diaz Perez de Madrid, docente di Diritto dell'Unione europea dell'Università de Granada, e la Prof.ssa Valeria Di Comite, docente di Diritto dell'Unione europea dell'Università di Bari.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Organismi alieni, invasivi o da quarantena - Aspetti regolatori e controlli attuabili in una situazione europea poco difendibile...
Bari, 15 dicembre 2016

Si terrà il 15 dicembre il tradizionale appuntamento di fine anno dedicato alla difesa fitosanitaria e gestione delle colture organizzato da A.R.P.T.R.A. e Europe Direct Puglia, C.R.S.F.A. “Basile Caramia”, L.A.me.T.A, Antesia, IMAGE LINE, con il patrocinio dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, l’A.I.P.P. – Associazione Italiana per la protezione delle piante e gli Ordini Professionali. 
Confermato il palinsesto suddiviso in tre sessioni con tematiche tecniche e approfondimenti inerenti la difesa fitosanitaria in continua evoluzione.
L’ evento si terrà al Nicolaus Hotel di Bari.  

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La governance dell'UEM dopo la crisi
Taranto, 1 dicembre 2016 

L'Unione economica e monetaria (UEM) rappresenta una tappa fondamentale nell’integrazione delle economie dell’UE. Comporta il coordinamento delle politiche economiche e finanziarie, una politica monetaria comune e una moneta comune, l'euro. Tutti gli Stati membri partecipano all'unione economica, ma alcuni di essi hanno optato per un'ulteriore integrazione e hanno adottato l'euro. Insieme, questi paesi formano l’area dell’euro.
Ne parleremo con la Prof.ssa Cafaro, docente di Diritto dell'Unione europea dell'Università del Salento.
L’evento è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi Giuridici ed economici di Taranto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La politica commerciale dell'Unione europea
Taranto, 24 novembre 2016 

L'UE è la prima potenza commerciale del mondo: rappresenta infatti il 16.5% di tutte le importazioni ed esportazioni. Il libero scambio fra gli Stati membri era uno dei principi alla base dell'UE, che si impegna a liberalizzare il commercio anche a livello mondiale.
Ne parleremo con il Prof. Ruotolo, docente di Diritto internqazionale dell'Università di Foggia.
L’evento è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi Giuridici ed economici di Taranto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Appartenenza religiosa, diritto allo studio e accesso al lavoro
Bari, 18 novembre 2016 

Appartenenza religiosa, diritto allo studio e accesso al lavoro è il titolo di un Seminario che si tiene venerdì 18 novembre alle 10.30 presso l’Aula G. Contento al II piano del Palazzo Del Prete a piazza C. Battisti 1. Vi partecipano i proff. E. Triggiani ed U. Villani del Dipartimento di Scienze politiche, l’ing. G. Morisco dell’Assemblea nazionale Baha’i d’Italia e il dott. D. Mangialardi responsabile di Amnesty International Puglia. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Università di Milano Bicocca e la Seconda Università di Napoli, si svolge in occasione della Giornata Mondiale della Tolleranza.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari(n)visibile. Flussi migratori e dinamiche urbane nell'area metropolitana di Bari
Bari, 16 novembre 2016 
 
La giornata, che è dedicata all’analisi dei flussi migratori nell’area metropolitana barese, è organizzata dall’ Università e dal Politecnico di Bari, in collaborazione con Alliance Française, l’Ufficio Scolastico di Ambito territoriale e lo Europe Direct Puglia.
Tra i relatori e i partecipanti: Lamia Missaoui dell’Università di Versailles Saint-Quentin-en-Yvelines, Naïk Miret dell’Università di Poitiers, Michela Pellicani, Antonio Rago, Sergio Bisciglia, Nicola Martinelli.
Nel pomeriggio è prevista una tavola rotonda cui parteciperà anche lo scrittore Moni Ovadia.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La riforma del Tribunale: un'istituzione al servizio dei cittadini
Taranto, 15 novembre 2016 
 
Il 3 dicembre 2015 il Consiglio ha adottato un regolamento relativo alla riforma del Tribunale. Scopo della riforma è consentire al Tribunale di far fronte all'aumento del carico di lavoro e far sì che l'accesso alla giustizia nell'Unione europea sia garantito entro un termine ragionevole.
Il Tribunale è una delle tre giurisdizioni della Corte di giustizia dell'Unione europea, accanto alla Corte di giustizia stessa e al Tribunale della funzione pubblica. È il tribunale di primo grado per la maggior parte delle decisioni adottate dalla Commissione e dagli altri organi ed istituzioni dell'UE, in tutti i settori di competenza dell'Unione europea.
Ne parleremo con il Dott. Orzan, Referendario del Presidente del Tribunale dell'Unione europea.
L’evento è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi Giuridici ed economici di Taranto.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il ruolo della Commisisone europea a tutela della concorrenza
Taranto, 3 novembre 2016 

Le regole dell'UE in materia di concorrenza sono pensate per garantire condizioni eque e leali, lasciando nel contempo spazio all'innovazione e promuovendo standard uniformi e lo sviluppo delle piccole imprese.
La normativa europea vieta alle imprese di:
  • concordare i prezzi o ripartirsi i mercati
  • abusare della propria posizione dominante in un determinato mercato per escludere i concorrenti meno influenti
  • realizzare fusioni tali da assumere una posizione di controllo del mercato.
Nella pratica questa regola impedisce solo un numero ridotto di fusioni. Le grandi imprese con un cospicuo giro d'affari all'interno dell'UE non possono fondersi senza l'autorizzazione della Commissione europea , anche se la loro sede è al di fuori dell'Unione.
Ne parleremo con il Dott. Giacomo Gattinara, funzionario del Servizio Giuridico della Commissione europea.
L’evento è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi Giuridici ed economici di Taranto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Seminari Politiche di integrazione linguistica e culturale
Bari, 5-9 settembre 2016

Lo Europe Direct Puglia, Sportello informativo dell’UE dell’Università di Bari, di concerto con il Dipartimento di Scienze Politiche e il Centro Linguistico d’Ateneo, il Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia, le Associazioni Senza Frontiere e Quasar, hanno organizzato i Seminari “Politiche di integrazione linguistica e culturale: percorsi e metodologie - II Edizione”.
I Seminari hanno l’obiettivo di rispondere alle esigenze di aggiornamento delle figure professionali legate alle politiche di accoglienza e di integrazione degli alloglotti, fornendo competenze anche in materia di diritto, sociologia e politologia.
Una delle novità della II edizione consiste nell’organizzazione di momenti di convivialità e di incontro dell’altro.
Di seguito è possibile scaricare e prendere visione del programma completo e definitivo dei seminari.


Tutti i materiali predisposti dai relatori saranno pubblicati su questa pagina.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La convenzione europea dei diritti dell'uomo
Bari, 24 giugno 2016

Il convegno, che si svolgerà dalle ore 09.30 presso il Palazzo Del Prete dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro in Piazza Cesare
Battisti 1 a Bari, è dedicato alla memoria di Vincenzo Starace, illustre studioso di diritto internazionale dell'Università di Bari.
Sono previste due sessioni, nelle quali interverranno, tra gli altri, Giorgio Gaja, Fausto Pocar, Angela Del Vecchio, Giuseppe Cataldi e Armando Spataro.
La partecipazione attribuisce agli avvocati 4 crediti formativi per ogni sessione.
L'evento è inserito tra i corsi per la formazione dei magistrati: Codice SSM D16324.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Europa e migrazioni forzate. Quale futuro per le politiche europee? Quali forme e pratiche di resistenza?
Bari, 23-24 giugno 2016

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari, in collaborazione con il “Laboratorio di studi critici sulle migrazioni forzate” ESCAPES (Università di Milano) e lo “Europe Direct Puglia”, organizza la conferenza Europa e migrazioni forzate.
 
L’evento, che prevede la partecipazione di oltre 100 relatori, distribuiti tra due sessioni plenarie e diciotto sessioni parallele, si svolgerà il 23 e il 24 giugno 2016 presso Palazzo del Prete e il Centro Polifunzionale Studenti dell’Università di Bari, entrambi siti nella centrale P.zza Cesare Battisti.
 
Il tema delle migrazioni forzate, dell’accoglienza e del futuro delle politiche migratorie europee sarà al centro delle relazioni, che studiosi provenienti da diverse Università d’Italia e d’Europa presenteranno nelle giornate della Conferenza, offrendo una preziosa occasione di dibattito multidisciplinare su questioni che toccano direttamente la città di Bari e il territorio pugliese.
 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dialogo con i Balcani fra Macroregione Adriatico-Ionica e costruzione di una rete socio-culturale
Bari, 19-20 maggio 2016

Per la regione adriatica e ionica, che riguarda otto Paesi ed accoglie oltre 70 milioni di persone, la Commissione europea nel 2014 ha lanciato la sua strategia (EUSAIR - EU Strategy for the Adriatic and Ionian Region), con l'obiettivo generale di promuovere la prosperità economica e sociale sostenibile dei Paesi coinvolti favorendo la creazione di posti di lavoro, il miglioramento della sua attrattività, competitività e connettività, tutelando l'ambiente e gli ecosistemi costieri e marini.
Secondo la Commissione tale obiettivo sarà raggiunto grazie alla cooperazione tra paesi che condividono una parte importante della loro storia e geografia. Si tratta della prima "strategia macroregionale dell’UE" con un numero così elevato di paesi extraunionali (Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Serbia) che collaborano con Stati membri dell'UE (Croazia, Grecia, Italia e Slovenia).
La strategia apporta un chiaro valore aggiunto europeo poiché rafforza l'attuazione delle politiche dell'UE in atto nella regione, contribuendo ad avvicinare i paesi dei Balcani occidentali ancor di più all'UE, offrendo loro l’opportunità di allineare le loro politiche alla visione complessiva dell'UE 2020, lavorando a stretto contatto con gli Stati membri.
Tali Paesi potranno trarre vantaggio da una più stretta cooperazione in settori come la promozione dell'economia marittima, la protezione dell'ambiente marino, il completamento dei collegamenti nel settore dei trasporti e dell’energia e la promozione del turismo sostenibile.
I pilastri della strategia europea, infatti, sono:
1. Crescita blu
2. Collegare la regione (reti di trasporti ed energia)
3. Qualità ambientale
4. Turismo sostenibile.
 
Inoltre, nella seconda sessione sono previsti approfondimenti sui apporti interreligiosi nell’area balcanica e sui flussi migratori interregionali.
Di questo e molto altro parleranno autorevoli relatori provenienti dai diversi Paesi interessati dalla Strategia Adriatico-ionica.

Agli studenti di Scienze Politiche sarà riconosciuto 0,25 CFU per ogni sessione.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Inaugurazione Mostra L'Italia in Europa - L'Europa in Italia
Taranto, 16 maggio ore 10.00

Il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell'ambito del suo compito istituzionale di comunicare l'Europa a livello nazionale e locale, presenta in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Dipartimento Jonico e lo Europa Direct Puglia la mostra fotografica "L'Italia in Europa – L'Europa in Italia. Storia dell'integrazione europea in 150 scatti".
La mostra ritrae in 150 scatti i momenti più salienti dell'integrazione europea dalla Guerra Fredda ad oggi. Il percorso di costruzione dell'Europa attuale prende inizio, infatti, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, dagli accordi presi tra i sei Stati fondatori, tra i quali l'Italia, e prosegue fino agli avvenimenti più recenti che vedono gli attuali 28 Stati Membri misurarsi costantemente con le nuove e sempre più complesse sfide che i fenomeni di globalizzazione in atto pongono, quali l'approvvigionamento energetico, i cambiamenti climatici, le nuove minacce alla sicurezza interna.
L'obiettivo della mostra è quello di far conoscere, attraverso l'aiuto di immagini storiche, non solo l'Europa e l'azione dell'Italia al suo interno, ma soprattutto il "valore aggiunto" dell'essere cittadini europei.
subito dopo l’inaugurazione si terrà un seminario dal titolo “Che cosa è e come funziona il Solvit: una rete che aiuta davvero i cittadini e le imprese.
La mostra sarà visitabile dal 16 al 28 maggio. Ingresso libero e gratuito.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

L’Europa in tempi di crisi. Come difendere la coesione sociale, economica e territoriale?
(La politica regionale nei tempi della globalizzazione)
Bari, 13 maggio 2016 ore 15,00
 
L’Europa dei prossimi decenni dovrà affrontare sfide multiple, dalle questioni demografiche (calo delle nascite e progressivo invecchiamento della popolazione), ai fenomeni migratori di complessa soluzione, al divario delle diseguaglianze sempre più ampio. Il contesto è caratterizzato da una situazione economica stagnante, accompagnata da indici di produzione e competitività non propriamente esaltanti in molti paesi dell’UE. Nasce da lì la tendenza, già in atto, di indebolire giorno dopo giorno una delle più grandi conquiste del novecento europeo: lo stato sociale. Allo stesso tempo si sono riaperti i divari fra territori più prosperi e territori relativamente arretrati.
Questi squilibri crescenti – quello sociale e quello territoriale – mettono a rischio la coesione stessa dell’Unione Europea. Quali sono le possibili risposte alle nuove povertà sempre più diffuse? 
Agli studenti di Scienze Politiche sarà riconosciuto il previsto CFU.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

Laboratorio teorico-pratico di progettazione europea
Bari, 11 - 22 aprile 2016

L’Unione europea mette a disposizione una serie di sovvenzioni per diverse tipologie di beneficiari. Affinché un progetto possa ottenere un finanziamento europeo, è necessario dimostrare la coerenza tra le esigenze specifiche del contesto in cui si intende intervenire e gli obiettivi/priorità dei diversi programmi di sovvenzionamento.
 
Questo Laboratorio ha un taglio teorico-pratico volto ad offrire ai partecipanti oltre che una  chiara panoramica delle diverse fonti di finanziamento anche “le chiavi di accesso” alle risorse informative e alle tecniche della progettazione e rendicontazione europea, indispensabili per la partecipazione ai bandi a gestione diretta, per la gestione del ciclo di vita del progetto in tutte le sue fasi, per l’impostazione del budget.
 
Il Laboratorio presenta un aspetto altamente innovativo e unico nel panorama internazionale: la certificazione delle competenze da parte di un Ente ufficiale di Certificazione, il Tüv Thuringen Italia.
 
Destinatari
Funzionari della pubblica amministrazione, operatori e dipendenti di agenzie di sviluppo locale, associazioni di categoria, associazioni di volontariato, di promozione sociale e ONG, liberi professionisti.
 
Requisiti di partecipazione
Fondamentale per la partecipazione al Laboratorio è la conoscenza della lingua inglese (lettura e scrittura). Titoli preferenziali la laurea e/o un’esperienza pluriennale nel settore di competenza.
 
Esame e certificazione delle competenze
Le competenze acquisite verranno certificate da un Ente di certificazione internazionale, il Tüv Thuringen Italia.
In base all’esito dell’esame verrà rilasciato dal Tüv un Certificato che indica il livello di competenza come Tecnico in progettazione europea.
 
Sede
Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze Politiche
Palazzo del Prete in Piazza Cesare Battisti, 1 a Bari
 
Durata
Il Laboratorio prevede una durata di 80 ore di attività formativa, cui si aggiungono le ore previste per l’esame di certificazione delle competenze.
 
Metodologia
L’approccio adottato per il Laboratorio è altamente interattivo e pratico/applicativo. In ogni modulo, infatti, saranno fornite ai partecipanti le basi teoriche e pratiche delle principali tecniche di progettazione e rendicontazione europea.
 
Info
 
M. Irene Paolino
Università degli Studi di Bari Aldo Moro 
Dipartimento di Scienze Politiche
Via Giuseppe Suppa, 9 - 70121 Bari
Tel. 080 5717707 - 3494756412


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
Scuola per la buona politica 2016:  Europa - Resto del Mondo. Scenari obbligati per un prossimo futuro
Conversano, 19 febbraio - 13 maggio 2016

Quanto è distante il 2050? Quanto la nostra società, quella europea per intenderci, sarà cambiata? A pensarci, la data non è poi così lontana e, in fondo, ci separa solo lo spazio di una generazione. Parliamo di un futuro molto prossimo. Pensate sia fantascienza preoccuparci del destino di quella generazione, e anche delle precedenti?
Secondo alcune previsioni molto attendibili, gli scenari della geopolitica mondiale per quella data saranno totalmente rovesciati. 
Di questo e di tanto altro si parlerà durante gli incontri previsti nell'ambito della Scuola per la buona politica.
Questo il calendario degli appuntamenti.

venerdì 19 febbraio 2016 Conversano – sala convegni castello – ore 18,30
- GEOGRAFIA DELLE QUESTIONI

venerdì 4 marzo 2016 Conversano – fondazione Di Vagno - ore 16,00
- LA SOCIETÀ DEL FUTURO

sabato 12 marzo 2016 Conversano – fondazione Di Vagno - ore 16,00
- LA SOCIETÀ DELLA CONOSCENZA

sabato 9 aprile 2016 Conversano – fondazione Di Vagno - ore 16,00
- LA SOCIETÀ DELLA PRODUZIONE

venerdì 13 maggio 2016  Bari – Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"
- L’EUROPA IN TEMPI DI CRISI. Come difendere la coesione economica sociale e territoriale?


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
INFO-DAY Horizon2020 - Societal Challenges
Bari, 15 dicembre 2015 ore 9.30

Nell'ambito delle attività di promozione e diffusione delle opportunità di sviluppo di progetti e iniziative europee, è stata organizzata una giornata informativa dedicata al Terzo Pilastro di Horizon 2020 "Sfide per la società".
Tale scelta è determinata dalla volontà di interpretare al meglio le priorità strategiche di Europa 2020 agite dal Terzo Pilastro di Horizon 2020 con un approccio incentrato sull'integrazione delle risorse e delle conoscenze provenienti da una molteplicità di settori, tecnologie e discipline tra cui le scienze sociali e umanistiche.
La giornata informativa sarà prevalentemente dedicata a tre sfide sociali del Terzo Pilastro:
  • SC1 - Salute, cambiamento demografico e benessere;
  • SC4 - Trasporti intelligenti, verdi e integrati;
  • SC6 - Società inclusive, innovative e riflessive: l'Europa in un mondo che cambia.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

Quale futuro per la protezione delle piante? Innovazione, sostenibilità, aspetti regolatori europei e... paradossi del nostro tempo
Bari, 10 dicembre 2015 ore 9.00

Innovazione, sosteniblità, aspetti regolatori europei e... paradossi del nostro tempo è il sottotitolo dell'annuale appuntamento organizzato dall'Associazione regionale pugliese dei tecnici e ricercatori in agricoltura ARPTRA, di concerto con lo Europe Direct Puglia, il Centro di ricerca, sperimentazione e formazione in agricoltura Crsfa "Basile Caramia", Associazione italiana per la protezione delle piante Aipp e in collaborazione con Image Line.
Il Forum ha trattato numerosi temi di attualità nel settore agricolo.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

Corso di formazione e informazione Fondi diretti, Quadro logico e budget
Bari, 12 e 13 novembre 2015 ore 14.00

Il Dipartimento Politiche Europee, d’intesa con l’Istituto Europeo di Pubblica amministrazione (EIPA) e in collaborazione con Enterprise Europe Network Unioncamere Puglia e Europe Direct Puglia, ha organizzato il 12 e 13 novembre un seminario di informazione e formazione dedicato agli aspetti del ciclo finanziario 2014-2020 dei fondi a gestione diretta.
Il seminario si apre il 12 novembre alle ore 14,30 con i saluti istituzionali di Antonio Felice Uricchio, Rettore dell’Università di Bari, e di Alessandro Ambrosi, Presidente di Unioncamere Puglia. I lavori si aprono con l'itervento di Barbara Altomonte, Dirigente del Dipartimento Politiche Europee - Ufficio per la Cittadinanza Europea, Mercato interno e Affari generali.
Il corso è strutturato in due moduli: una prima parte informativa dedicata alla presentazione delle politiche europee del ciclo finanziario 2014-2020 gestione diretta erogati dalla Commissione europea. Una seconda parte, di carattere operativo, è orientata ai soggetti interessati ad occuparsi della predisposizione di una proposta progettuale e del budget di progetto. Il Corso avrà come docenti esperti dell’Istituto Europeo di Pubblica amministrazione.
Il corso è destinato ad enti locali, altri enti pubblici, cittadinanza, imprese, università e organizzazioni non governative.
Per partecipare al seminario occorre compilare la scheda di registrazione e inviarla online secondo le modalità indicate al seguente link http://www.finanziamentidiretti.eu/?page_id=2537. 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dialogo con i cittadini
Matera, 5 novembre ore 12.00

La Commissaria europea per la Politica Regionale Corina Creţu sarà a Matera il 5 novembre 2015 in occasione del lancio del Programma Operativo FESR Basilicata 2014-2020. 
Alle ore 12 presso l'Auditorium "R. Gervasio", insieme al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Claudio De Vincenti, dialogherà con i cittadini riguardo al ruolo fondamentale dell'Europa e delle sue risorse per la crescita e l'occupazione.
Per chi volesse partecipare all’evento a Matera sarà organizzato un pullman che partirà dalla Stazione centrale di Bari intorno alle ore 10.00 e ripartirà da Matera intorno alle ore 15.00.
L’accesso al pullman e all'evento è gratuito, ma è obbligatorio registrarsi attraverso il modulo online.
L'evento potrà essere seguito anche in streaming sul sito della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.
 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mercato Unico Digitale per l'Europa. Opportunità per la Puglia e il Mezzogiorno
Bari, 18 settembre 2015 ore 9.00

La Commissione Europea – Directorate General for Communications Networks, Content and Technology ha organizzato di concerto con lo Europe Direct Puglia, l'Università degli Studi di Bari, la Regione Puglia, il Comune di Bari, l’Ordine dei Giornalisti di Puglia, la Fiera del Levante e la Confindustria Puglia un'iniziativa dedicata alla strategia per il Mercato Unico Digitale.
Il mercato unico digitale rappresenta una delle principali priorità del programma di lavoro della Commissione europea, che sta cercando di aprire nuove opportunità digitali per i cittadini e per le imprese, proprio in considerazione del fatto che Internet e le tecnologie digitali stanno trasformando il mondo in cui viviamo — ogni aspetto della vita e ogni settore di attività ne sono interessati.
Attualmente, l’esistenza di ostacoli alle operazioni online impedisce sia ai cittadini sia alle imprese sia alle pubbliche amministrazioni di fruire appieno degli strumenti digitali.
L’obiettivo della strategia per il mercato unico digitale è quello di abbattere le barriere regolamentari fino ad instaurare un unico mercato al posto dei 28 mercati nazionali ora esistenti.
Un mercato unico digitale pienamente funzionante potrebbe apportare all’economia europea 415 miliardi di euro l’anno e creare centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro.
L’iniziativa si terrà il 18 settembre nella Sala Biancospino del Pad. 10 della Fiera del Levante con inizio alle ore 9.00.


Scarica le slide proiettate: 


Documenti sul tema dell'evento:
      Mercato Unico Digitale factsheet

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le piccole e medie imprese in Horizon 2020 – Strumento PMI 
Bari, 6 luglio 2015 ore 9.00

Organizzato dall'Università degli Studi di Bari in collaborazione con l'APRE e l'ARTI, questo Info-day ha lo scopo di aumentare la conoscenza degli strumenti finanziari della nuova programmazione 2014-2020, in particolare di Horizon 2020, per promuovere la partecipazione e favorire l'accesso alle opportunità e a i benefici da essi derivanti.


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le risorse proprie UE. Novità e prospettive
Bari, 23 giugno 2015 ore 10.00

Lo Europe Direct Puglia e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro hanno organizzato presso il Centro Polifunzionale Studenti dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro (piazza C. Battisti - Bari),  l’evento "Le risorse proprie UE: novità e prospettive".


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Summer school Politiche di integrazione linguistica e culturale: percorsi e metodologie
Bari, 15-19 giugno 2015 ore 9.00
 
Lo Europe Direct Puglia di concerto con il Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia e l’Associazione Senza Frontiere, ha organizzato la I edizione della Summer School “Politiche di integrazione linguistica e culturale: percorsi e metodologie”.
La Summer School ha l’obiettivo di rispondere anzitutto alle crescenti richieste ed esigenze di aggiornamento e riqualificazione dei docenti di ogni ordine e grado, nonché di formare la figura professionale del docente di italiano per stranieri.  Essa, inoltre, sarà un’occasione importante per affrontare questioni legate alle politiche di integrazione e per svolgere attività di informazione e sensibilizzazione sullo sviluppo globale sostenibile e sulle questioni correlate, obiettivi dell’Anno Europeo per lo Sviluppo proclamato per il 2015 con una decisione del Consiglio e del Parlamento Europeo, con il motto “il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro”.
Completamente gratuita, si articola in cinque giornate, dal 15 al 19 giugno 2015, per un totale di 30 ore di attività formativa. È riservata ad un massimo di 60 iscrizioni, di cui 15 a laureati nei Corsi di Laurea Magistrale dei Dipartimenti Lettere lingue arti, Scienze Politiche, Scienze della formazione, psicologia, comunicazione dell’Università di Bari.
Possono presentare domanda di iscrizione: dirigenti scolastici, docenti di ogni ordine e grado, mediatori interculturali, docenti di ITAL2 e operatori sociali, diplomati con documentata esperienza nel sociale, in particolar modo nel settore dell’immigrazione, e laureati.
 
Segreteria organizzativa:
 Europe Direct Puglia - Dott.ssa Paolino
+39 080 5717707 info@europedirectpuglia.eu
 Associazione Senza Frontiere - Dott.ssa Sciacovelli
+39 3405750410 summerschool.puglia@gmail.com


Presentazioni di: 
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Opportunità e strumenti della programmazione 2014-2020. I bandi del programma "Erasmus plus"
Bari, 11 giugno 2015 ore 9.30
 
Lo Europe Direct Puglia di concerto con il Comune di Bari ha organizzato un’Info-day sul programma Erasmus plus. Gli Info-day sono stati pensati con lo scopo di aumentare la conoscenza dei meccanismi di funzionamento dei programmi europei a gestione diretta della nuova programmazione 2014-2020 per promuovere la partecipazione e favorire l'accesso alle opportunità e a i benefici da essi derivanti.
A seguire un laboratorio di ricerca-intervento.
La scheda di registrazione deve essere inviata esclusivamente all’indirizzo infodaybari@gmail.com.
L'Info-day si svolgerà a Bari nell’Offina degli Esordi.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 8 giugno 2015 ore 10.00

Quattro appuntamenti in piazza per presentare al pubblico l’Agenzia per la Coesione Territoriale e per illustrare le azioni di innovazione per la Pubblica Amministrazione che verranno realizzate attraverso il Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.
Un “villaggio” pensato per il grande pubblico ma aperto anche agli addetti ai lavori, con momenti di confronto per approfondire i temi trattati e rafforzare la cooperazione fra Amministrazioni quale modalità operativa per la diffusione dell’innovazione nella PA.
In occasione della tappa di Bari, che si svolgerà in Piazza del Ferrarese, l’incontro di apertura dell’evento sarà dedicato alla presentazione del ruolo e degli obiettivi dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e dei Programmi Operativi Nazionali Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 e Città Metropolitane 2014-2020.
Nel pomeriggio EURODAYS ospiterà una delegazione delle scuole pugliesi che hanno partecipato all’edizione 2014-2015 di “A Scuola di OpenCoesione” e un barcamp della community di AGIRE POR.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari 5 maggio 2015 ore 9.30

Lo Europe Direct Puglia e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro hanno organizzato una tavola rotonda dal titolo Gli italiani e l’Oriente ieri e oggi.
In quell’occasione si discuterà del ruolo ricoperto dall'Italia in Medio Oriente nel recente passato, prendendo spunto dall’analisi del volume di Luca Riccardi, professore ordinario di Storia delle Relazioni Internazionali, dal titolo L’ultima politica estera. L’Italia e il Medio Oriente alla fine della Prima repubblica. Riccardi, già autore di importanti studi sulla politica estera italiana nell'area mediorientale, analizza le relazioni tra il governo di Roma e i paesi del Medio Oriente negli ultimi anni della Prima repubblica, a cavallo tra lo scoppio dell'Intifada e la prima guerra del Golfo.
La tavola rotonda si svolgerà presso l'Aula Starace dell’Università di Bari.
 
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 4 maggio 2015 ore 9.30

Lo Europe Direct Puglia e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Di Vagno, hanno organizzato un convegno di studi dal titolo “Europa e Medio Oriente (1973-1993)”. Il convegno si svolgerà presso l'Aula Starace dell’Università di Bari.
Obiettivo del convegno, al quale prendono parte studiosi di diverse discipline dell’area delle Scienze storiche e sociali provenienti da vari atenei italiani e stranieri, consiste nell’analizzare momenti e problemi delle relazioni tra l’Europa e i popoli del Medio Oriente dallo scoppio della guerra dello Yom Kippur, nell’ottobre del 1973, alla conclusione degli accordi di Oslo, nell’agosto 1993.
Gli avvenimenti prodottisi nell’area mediorientale in questo periodo, quali il quarto conflitto arabo-israeliano, la guerra civile libanese, il conflitto nella zona del Golfo Persico tra Iran e Iraq e l’occupazione sovietica dell’Afghanistan, hanno segnato in maniera profonda la storia recente del Medio Oriente.
Tali eventi hanno provocato un approfondimento e un allargamento dei contrasti politici e militari in quell’area e l’ascesa dell’Islam radicale, in entrambe le sue correnti, sciita e sunnita, che, proprio a partire da quegli anni, si sarebbe affacciato sulla scena politica regionale e mondiale con un ruolo e un’importanza di primo piano.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
I Fondi Strutturali e d'Investimento Europei in Puglia. Le sfide della nuova programmazione 2014-2020
Bari, 21 aprile 2015 ore 10.30 

L’Europa si apre ad attività di formazione rivolte a giornalisti ed esperti mediatici. Un’opportunità professionale quella dei bandi europei complicata e innovativa, che consentirà partecipazione, impegno e networking, realizzato attraverso la creazione di reti e attraverso scambi di professionisti dei mezzi di comunicazione.
Un’opportunità, che, inoltre, fornirà ai giornalisti e agli esperti mediatici supporto pratico per la ricerca e la produzione di servizi, soprattutto sull’UE, le sue politiche ed i suoi programmi. La formazione dei professionisti dei mezzi di comunicazione sarà incentrata sul miglioramento delle competenze professionali e sulla comprensione del sostegno dell’UE alle regioni attraverso i Fondi Strutturali.


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Dalla finanza pubblica locale al governo degli enti territoriali
Bari, 20 aprile 2015 ore 15.00 

"Dalla finanza Pubblica europea agli enti territoriali", questo il titolo del convegno organizzato dall'Università degli studi Aldo Moro di Bari.
Negli ultimi anni, l’Unione europea ha profondamente ridisegnato la governance economico-finanziaria, definendo regole, vincoli e condizioni ai fini del controllo dei conti nazionali, dei disavanzi e dei debiti degli Stati membri. Trattato di Maastricht, Fiscal compact e Two pack producono effetti con riguardo al sistema finanziario statale, regionale e degli enti locali.
Il volume analizza e approfondisce tali problematiche, mettendo a confronto centralismo finanziario di carattere europeo, sovranità finanziaria dello Stato centrale e autonomia finanziaria degli enti territoriali.
Per nella pluralità dei contributi, l’approccio proposto resta tendenzialmente unitario, muovendo dalle fonti comunitarie per poi considerare le disposizioni domestiche sul patto di stabilità delle regioni e degli enti locali, anche con riguardo alla capacità di spesa pubblica.


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il ruolo dell’Unione europea per la cooperazione, l’innovazione e lo sviluppo sostenibile
Bari, 14 aprile 2015 ore 9.00

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Centro di Documentazione europea di Bari, lo Europe Direct Puglia e lo Europe Direct Barletta hanno organizzato un’iniziativa per celebrare l’Anno europeo dello Sviluppo.
L’iniziativa comprende un seminario dal titolo Il ruolo dell’Unione europea per la cooperazione, l’innovazione e lo sviluppo sostenibile ed una tavola rotonda sul tema Le diverse dimensioni dello sviluppo per un futuro globale equo e sostenibile.
I due eventi sono dedicati alle politiche, agli strumenti e  agli attori della cooperazione allo sviluppo e saranno l’occasione per discutere delle politiche di integrazione dell’UE e per svolgere attività di sensibilizzazione sullo sviluppo globale sostenibile e sulle questioni correlate, obiettivi dell’Anno europeo dello Sviluppo, proclamato per il 2015 dal Consiglio e del Parlamento Europeo con il motto “il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro”.
All’iniziativa parteciperanno illustri ospiti, tra cui Christos Marazopoulos della DG Sviluppo e Cooperazione internazionale della Commissione europea, Catherine Wihtol de Wenden del Centre d'Etudes et de Recherches Internationales di Parigi, Piercarlo Rossi dell’Università del Piemonte Orientale – DISEI, Riccardo Peratoner di Novareckon srl di Novara, Paolo Rossi dello Iusefor di Torino, Walter Vassallo, Esperto di politiche e progetti d'innovazione.
Alla Tavola Rotonda parteciperanno ActionAid, Amnesty International, Caritas, IAMB, Croce Rossa, Medici senza frontiere e UNICEF.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 19 marzo 2015 ore 11.00

Lo Europe Direct Puglia e il  Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi Aldo Moro, in collaborazione con l’Alliance Française di Bari, hanno organizzato il seminario dal titolo L’influence française au XXIe siècle en Europe et dans la Méditerranée. Relatore Michel Foucher.
Geografo e diplomatico, Michel Foucher è stato consigliere del Ministro degli Affari Esteri dal 1997 al 2002, inviato speciale nei Balcani e nel Caucaso nel 1999, direttore del Centro di analisi e di previsione del Ministero degli Affari Esteri, dal 1999 al 2002, ambasciatore di Francia in Lettonia dal 2002 al 2006 e nel 2007 ambasciatore in missione sulle questioni europee. Attualmente ricopre il ruolo di direttore della formazione, degli studi e della ricerca dell’Institut des hautes études de la défense nationale.
Durante il seminario, inoltre, sarà presentanto l’Atlas de l’influence française au XXIe siècle, di cui Michel Foucher è autore. Nell’Atlante, l’autore dimostra, carte alla mano, l’ampiezza e la portata dell’influenza “alla francese”, ne traccia i contorni futuri e suggerisce come riorganizzarla per adattarsi al nuovo ordine mondiale.
La nuova sfida per la Francia è quella di divenire un punto di riferimento, una nazione creativa, un luogo di iniziativa che ispiri e stimoli i partners europei e mondiali.
Il seminario si svolgerà presso l’Aula Aldo Moro dell’Università di Bari.
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 6 e 7 marzo 2015 ore 9.00 

All’interno della VII edizione del Bollenti Spiriti Camp dal titolo I giovani pugliesi: energia alternativa, una due giorni dedicata alla presentazione delle esperienze più significative realizzate con il supporto delle risorse finanziarie del Fondo Sociale Europeo e alle politiche regionali per la formazione, l’educazione e la promozione dell’imprenditorialità delle giovani generazioni, è stato organizzato un incontro dal titolo Muoversi in Europa. Le opportunità di mobilità e volontariato internazionale per i giovani raccontate dai protagonisti. All’incontro parteciperanno anche lo Europe Direct Puglia e lo Europe Direct Barletta.
La  manifestazione prevede un ricco programma di laboratori, eventi e presentazioni di imprese di eccellenza, stand espositivi e incontri che danno spazio alla creatività, all’innovazione e alla solidarietà dei giovani pugliesi. L'iniziativa si svolgerà presso il Padiglione 18-20 della Fiera del Levante.
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Scuola per la buona politica 2015: L’EUROPA È MOBILE     
Bari, 27 febbraio 2015 ore 16.00

La Scuola per la Buona Politica è organizzata dalla Fondazione Giuseppe Di Vagno in collaborazione con la Friedrich Ebert Stiftung, il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Eutopia Magazine e con il patrocinio e il sostegno dello Europe Direct Puglia e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.
L’Europa è mobile è il titolo di questa edizione dedicata al tema della mobilità in Europa, tra diritti e doveri, processi di integrazione e conoscenza delle opportunità. In un contesto politico democratico tutti i cittadini sono richiamati ad un forte senso di responsabilità e maturità. L’informazione, la partecipazione attiva e l’educazione alla politica sono elementi indispensabili perché un cittadino possa essere definito “consapevole”.
La Scuola per la Buona Politica quest’anno prevede anche un appuntamento di preparazione alla progettazione europea (22 Maggio e 13 Giugno) organizzato specificatamente dallo Europe Direct Puglia.
 
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 20 febbraio 2015 ore 10.00

L'Ordine dei giornalisti della Puglia in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e gli Europe Direct Puglia e Barletta hanno organizzato un corso di formazione dal titolo Europa e Italia: istituzioni, politiche, fonti d'informazione europee
Quest’attività dedicata  alla formazione continua professionale dei giornalisti si inserisce nell’ambito dell’iniziativa più ampia del Festival della comunicazione e dell’informazione. Il corso si svolgerà nella Sala Alloro dello Spazio 10 della Fiera del Levante.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bari, 6 febbraio 2015 ore 15.00

Lo Europe Direct Puglia e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi Aldo Moro hanno organizzato un seminario dal titolo Unione Europea, euro e società pluriclasse.
Il seminario si propone di indagare la presenza di c.d. controlimiti costituzionali, rispetto a norme di diritto internazionale che possano, direttamente, ma anche indirettamente, comprimere oltre misura le libertà positive costituzionali, anche degradando nuovamente il lavoro, da diritto a merce. 
La scelta di procedere in maniera anticipata a tale tipo di unione, nella perfetta consapevolezza della mancanza di una c.d. area monetaria ottimale, effettuata proprio per spingere gli Stati aderenti ad implementare il processo di unificazione, con un’eterogenesi dei fini, può diventare oggi il maggiore ostacolo al perseguimento del vero scopo dell’Unione Europea, che non può che essere la creazione di un ordinamento sovranazionale che assicuri la pace e la giustizia tra le Nazioni europee: anche perché, è solo a queste condizioni, e non certo per mere finalità liberoscambiste, che l’art. 11 della nostra Costituzione consente all’Italia, in condizioni di parità con gli altri Stati, limitazioni –e mai cessioni- della propria sovranità.
Il seminario si svolgerà nell’Aula Vincenzo Starace dell’Università di Bari.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Opportunità e strumenti della programmazione 2014-2020. Il Programma “Europa per i cittadini”
Bari, 30 gennaio 2015 ore 16.00 

Lo Europe Direct Puglia e il Comune di Bari hanno organizzato questo Info-day per la presentazione del programma a gestione diretta Europa per i cittadini. Gli Info-day sono stati pensati con lo scopo di aumentare la conoscenza dei meccanismi di funzionamento dei programmi europei a gestione diretta della nuova programmazione 2014-2020 per promuovere la partecipazione e favorire l'accesso alle opportunità e a i benefici da essi derivanti.
L'Info-day si svolgerà a Bari nell’Offina degli Esordi.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La Politica estera dell'Unione europea e il Servizio Europeo per l'Azione Esterna
Bari, 13 gennaio 2015 ore 11.00

In materia di politica estera, il Trattato di Lisbona riprende la gran parte delle innovazioni già previste dal Trattato costituzionale firmato nel 2004. Ma benché non siano state trasferite nuove competenze in materia dagli Stati Membri all’Unione europea, tali innovazioni sono varie ed importanti: in primis, l’Unione si è dotata di un Presidente permanente del Consiglio europeo, e ha rafforzato la figura dell’Alto Rappresentante, che è divenuto anche Vice Presidente della Commissione, incaricato del coordinamento dell’azione esterna dell’esecutivo europeo. E poi a fine 2010 è partita anche l‟altra grande innovazione istituzionale di Lisbona: il Servizio europeo per l‟azione esterna, una sorta di corpo diplomatico europeo, che funge da strumento di elaborazione ed attuazione della politica estera europea, a sostegno dell’Alto Rappresentante, ma anche dei Presidenti del Consiglio europeo e della Commissione.
Il seminario, quindi, ha lo scopo di presentare le novità introdotte dal Trattato e e approfondire il sistema di funzionamento del SEAE.


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu